Sostituzione vasca in doccia – come e perché

Traformare vasca in doccia

Recentemente uno degli interventi più richiesti in ambito arredo bagno, è la Sostituzione Vasca in Doccia. Le motivazioni che spingono verso questo tipo di intervento sono sia la ricerca di un miglior design, sia la comodità di lavarsi in tempi ridotti.

La Sostituzione della vasca con una doccia moderna, magari a filo pavimento, va incontro anche al tema della sicurezza in casa. È un fatto ormai che la popolazione media stia diventando sempre più anziana e sono ben note le difficoltà motorie legate all’avanzare dell’età. Non si può pensare che l’anziano debba ogni giorno scavalcare il bordo della vasca semplicemente per lavarsi.

Quando pensiamo a rifare il bagno ci vengono in mente diverse priorità, il più delle volte si favoleggia su una lussuosa e rilassante vasca con idromassaggio, immaginando di passarci un pò di tempo quando si è molto stanchi. Poi, però, quando è il momento di passare ai fatti, non si ha il tempo di concretizzare. Ti rendi conto che la vita frenetica non ti darebbero la possibilità di goderti una vasca super comfort.

Oggi esiste una soluzione alternativa: la sostituzione vasca con doccia con idromassaggio. in questo modo si ottengono due caratteristiche, la praticità e il piacere di un dolce massaggio. E’ per questo motivo che la gran parte delle famiglie italiane hanno ristrutturato il bagno per avere benessere a disposizione sempre.

Quanto costa la sostituzione vasca da bagno in doccia ?

Ti stai domandando quanto costa la sostituzione della vasca da bagno con una doccia?

Prima di arrivare a formulare un prezzo, occorre rendersi conto di diversi aspetti. Quello preponderante è che la doccia permette di recuperare gli spazi. Ottimizzare gli ingombri, in un locale che ha bisogno di essere sempre ordinato e pulito, è un vantaggio da sfruttare.
Bisogna anche farsi due conti per bene, basti pensare all’impegno economico da sostenere per riempire una vasca da bagno, ma soprattutto per riscaldarla. La quantità di acqua è notevole.

Installare una doccia al posto di una vecchia vasca significa risparmiare notevolmente sulle spese correnti: di gas, di spazio e di tempo. Forse il gas potrebbe non essere un problema, se si è fra coloro che hanno sul tetto un impianto di solare termico, ma per la gran parte degli italiani non è così. La doccia va pensata in questo senso, come un investimento futuro sulla qualità della vita non solo grazie al risparmio ma anche agli effetti positivi nell’ambiente.

Come vedremo più avanti, il costo varia molto a seconda dell’intento. Si va da una spesa moderata quando ci si rivolge ad un idraulico che toglie la vecchia vasca per metterci sopra un normale box doccia, ad un budget più importante quando si sceglie di rendere il bagno un vero rifugio di benessere.

Come fare dunque per sostituire la vasca in doccia

Un conto è avere un desiderio di rimodernare il bagno, un altro è capire come bisogna procedere. Va da se che occorra avere le idee chiare prima di partire, ma anche rimanere aperti a modificare le proprie convinzioni. Spesso infatti succede che approfondendo il tema si arrivi a formulare soluzioni che non si erano prese in considerazione.

  • Contatta un ditta specializzata e che sia conosciuta sul mercato in grado di farti un preventivo personalizzato. Doccia Easylife ha una lunga esperienza in merito con migliaia di realizzazioni in tutta Italia;
  • Occorre un sopralluogo per verificare lo stato dell’arte e cogliere le opportunità che saltano fuori solo dopo essersi confrontati. Un lavoro fatto bene ha bisogno di essere verificato minuziosamente.

Esistono quattro modalità differenti per sostituire una vecchia vasca con una doccia di ultima generazione:

  • Classico cambio vasca con doccia basic: gli spazi di ingombro non sono uguali, andrà previsto un lavoro di muratura e piastrellatura;
  • Sostituzione vasca da bagno con doccia base (da muratura a piatto doccia in muratura): l’ingombro è lo stesso, il piatto doccia occupa la sezione della vecchia vasca;
  • Sostituire vasca con doccia multi accessoriata. Si tratta della scelta dei più con ammodernamento anche delle pareti;
  • Sostituzione da vasca a doccia con multifunzione: l’idromassaggio è il più ricercato ovviamente.

Il prezzo può partire da poche centinaia di euro per crescere in funzione dei desideri e esigenze proprie. Quantificarlo con precisione è praticamente impossibile e poco professionale.

Il lavoro deve comprende:

  • l’eliminazione della vecchia vasca;
  • trasformazione vasca in doccia con l’installazione dello scarico secondo le esigenze del nuovo piatto doccia. Solitamente il lavoro è pulito nel senso che non servono opere murarie invasive;
  • posizionamento del piatto doccia e relativo collegamento dello scarico;
  • stuccatura e rifinitura delle pareti;
  • pulitura dei residui di lavorazione e eliminazione della vecchia casca.

Da quanto descritto è evidente che non si tratta di una ristrutturazione completa, quindi di un intervento complesso e articolato, ma ciò non significa che bisogna sottovalutare l’importanza di consultare un professionista. Spesso durante questi tipo di lavoro sono necessari spostamenti di tubi, prese elettriche o ripristino di parti di pareti o pavimento.

L’idraulico non ha tutte le competenze che può avere il piastrellista, il geometra ecc.. L’unica certezza è che la ristrutturazione del bagno sarà il volano per aumentare la valutazione della casa.

Quale doccia al posto della vasca

Esiste la possibilità di avere docce in muratura al posto della vasca, realizzata essa stessa in muratura. Questo tipo di sostituzione o intervento si esegue quando si è deciso di ristrutturare completamente la stanza da bagno.

La personalizzazione della doccia trova la massima realizzazione quando si riescono ad inserire quei dettagli, come superfici di appoggio o sostegno che nel caso di semplice sostituzione appaiono come degli adeguamenti.
Un’ulteriore alternativa, alla doccia con piatto doccia classico, consiste nell’acquistare un box doccia completo già precostituito. Questa scelta era comune tempo fa quando la doccia era vista come un elettrodomestico a se stante e non un elemento di arredo bagno.

L’intervento più semplice è quello di togliere la vasca da bagno e inserire un piatto doccia esattamente sul foro di scarico. Se la piastrellatura era già presente non ci sono problematiche particolari.
In questo caso va bene anche il lavoro dell’idraulico. In tutti gli altri casi si parla di interventi di miglioramento del design e delle funzionalità.

Esistono due opzioni di scelta per la doccia:

  • Doccia accessoriata: completo di idro-jet orientabili, soffione con varie tipologia di getti, pareti specchiate, ante scorrevoli per minimo ingombro, doccino estraibile, mensole per il supporto di accessori per la doccia;
  • Doccia di design walk in: questa seconda scelta non esclude la prima. La doccia walk in rispecchia la necessità di avere uno spazio aperto senza barriere. La vela in cristallo non prevede porte per l’ingresso. La maestria degli artigiani è in grado di realizzare docce filo pavimento, capaci di trattenere all’interno l’acqua.

La scelta del tipo di doccia va fatta per il lungo periodo. La stessa presenza di anziani in casa dee far riflettere sulla necessità del filo pavimento e della facilità di entrata e uscita.

Trasforma vasca in doccia

La trasformazione della vasca in doccia di sicuro è una scelta importante. L’intero bagno cambia stile, e per questo motivo, la scelta non può essere fatta in modo superficiale.

Si potrebbe pensare di optare per un’alternativa, esteticamente meno appetibile, quale è l’installazione di un pannello o box in policarbonato sulla vasca. Ci sono molti cataloghi con questo tipo di soluzione economica. Immediata, non sempre proprio a basso costo, ma di facile installazione, di dimensioni regolabili il cui unico obiettivo è quello di avere una soluzione economicamente vantaggiosa.

Le soluzioni praticabili non mancano, dalle più fantasiose a quelle standard a quelle che si realizzano da solo con il fai da te. La riflessione non è banale, a monte occorre stabilire delle priorità. Generalmente si parte dalla constatazione che la vasca non risponda alle esigenze moderne.

Nel percorso decisionale di cambiare la vasca con una nuova doccia, intervengono dei bisogni secondari importanti:

  • Lo stile e il design del bagno
  • L’esigenza di avere un prodotto di qualità
  • La certezza di un lavoro a regola d’arte
  • La sicurezza

Box doccia o Cabina doccia – cosa scegliere

Sembra un gioco di parole ma la differenza non è scontata. Un Box Doccia non è proprio una Cabina Doccia, vediamo perché:

  • Box doccia è la classica scatola/contenitore composto da pannelli in policarbonato o vetro, in numero variabile in funzione della posizione da 1 a 4 a pannelli o pareti;
  • La Cabina doccia prende spunto dal box doccia, ma più complesso: composto da una colonna con doccia oltre ad una serie di funzionalità aggiuntive.

Esistono diversi tipi di cabina doccia simili ai box doccia, che si differenziano principalmente per la forma della base:

  • tipo angolare
  • tipo quadrata
  • tipo rettangolare
  • tipo circolare
  • tipo semicircolare

Per il numero delle pareti :

  • con due pareti in vetro
  • con tre pareti in vetro

Ognuno dei quali può differenziarsi ancora per il numero di pareti mobili e/o fissi, per la tipologia di movimentazione delle ante:

  • scorrevole ( per spazi stretti)
  • battente (con cerniere)
  • soffietto (chiusura dell’anta su se stessa)

Per la tipologia del profilo adottato:

  • anodizzato : quelli con una maggiore resistenza nel tempo
  • cromato
  • verniciato
  • in materiale PVC

per il tipo di pannello:

  • in vetro di tipo trasparente: più elegante, ma che richiede una maggiore attenzione alle macchie
  • in vetro di tipo stampato: meno trasparente con una lavorazione tipo buccia d’arancia, più semplice da tenere pulito perchè le macchie sono meno evidenti
  • in vetro serigragato: quindi disegnato, con possibili personalizzazioni
  • in PVC

La scelta è ampia e la combinazione di ognuno di questi elementi con gli altri da la possibilità di realizzare qualcosa di unico.

Se a tutto ciò uniamo anche le forme e le dimensioni, ci si renderà conto di quanto sia indispensabile la consulenza di un tecnico specializzato. Un’azienda già affermata sul mercato è pronta a guidare la selezione, al fine di evitare di commettere errori e rifacimenti dispendiosi e poco utili.

Doccia realizzata su misura

Spesso in commercio non troviamo ciò che realmente desideriamo. E’ il caso di uno spazio particolare che non rientra negli schemi abituali, oppure il bagno ha bisogno di cambiare l’intero lay out e stile.
In questi casi, l’intervento di sostituzione della vasca in doccia sconfina verso la ristrutturazione del bagno.

Doccia Easylife conosce queste tematiche grazie all’esperienza, non esistono soluzioni uguali per tutti. Il proprio gusto, le condizioni del bagno e le opportunità di realizzare un lavoro duraturo bello e che dia pregio all’intera casa, sono i fattori da prendere in considerazione sin dall’inizio.

Realizzare una doccia su misura spesso e volentieri è la migliore delle soluzioni pur rispettando l’economicità. L’effetto scenografico ha importanza poiché esso stesso genera comfort e relax.

Doccia – consigli pratici per l’utilizzo

Dopo aver fatto la doccia, se le gocce rimangono sulle pareti, creano un effetto antiestetico, sono piccole macchioline biancastre. Con il passare del tempo, le goccioline infatti evaporano, lasciando l’impronta calcarea della loro presenza.

Nei casi più semplici, e quindi non quando si sono prodotte incrostazioni, si possono applicare facili rimedi:

  • Emulsione di aceto bianco, limone e bicarbonato; lasciare agire per 5 minuti e strofinare con una spugna abrasiva, ma non troppo aggressiva. Risciacquare tutto con molta acqua. La doccia tornerà pulita, e l’ambiente ringrazierà per non avere utilizzato detersivi industriali molto aggressivi e inquinanti;
  • Agire subito dopo aver fatto al doccia. Un tempo si usava la carta del giornale quotidiano per asciugare le superfici vetrose, ciò perché la stampa di qualche decennio fa faceva maggiore utilizzo del piombo. Oggi non è più così, per fortuna, e questa pratica è caduta in disuso. Meglio una tradizionale e banale spugnetta per togliere il calcare dopo aver fatto la doccia;
  • Le pareti in vetro della cabina doccia possono essere lavate con un semplice spruzzino contenente 2/3 di aceto e 1/3 di acqua non troppo calda. Si procede come per le piastrelle, spruzzare e strofinare con una spugna delicata, lasciare agire e quindi risciacquare. Asciugare accuratamente per evitare la formazione di aloni;
  • La cornetta, detto anche soffione, deve essere immersa in una bacinella con acqua e aceto per un’oretta, giusto il tempo per dare la possibilità di disostruire i forellini.

Sostituzione doccia con vasca

Se si è giunti fin qui, ma non si vuole sostituire la vasca con una doccia, ma il contrario. E’ questo il caso di una doccia che si trasforma in una normale vasca oppure di una vasca con sportello per anziano.
Doccia EasyLife e Vasca EasyLife sono specializzate nel mondo bagno anche rispetto a vasche da bagno personalizzate e adatte per tutte le esigenze. Dalle Vasche classiche moderne a quelle con funzioni comfort per chi ha problemi di movimento articolare:

  • Vasche con accesso facilitato;
  • Vasche con sedile;
  • Vasche adatte per persone con mobilità ridotta;
  • Vasche per anziano.

Conclusione – sostituzione vasca in doccia

La doccia al posto della vasca è un argomento che molti hanno o stanno affrontando. In casa parecchi di noi hanno due bagni, in uno dei quali c’è anche la vasca da bagno. Il tempo passa e ci si rende conto che questa non viene praticamente utilizzata. Un altro discorso riguarda l’esigenza di agevolare i movimenti di una persona anziana o con una disabilità fisica.

La sostituzione della vasca in doccia in tutti i casi è un momento che non può essere sottovaluto. La stanza da bagno è quella che più di ogni altra deve avere una durata molto lunga, quindi deve essere costruita a regola d’arte.

Si può fare un lavoro più o meno profondo a seconda della necessità di sostituire gli scarichi, oppure i soli attacchi dell’acqua. Generalmente si dovrà intervenire con la piastrellatura e raramente con lavori di risanamento dell’intero impianto idraulico.

Per cambiare la vasca da bagno con una doccia è necessario affidarsi ad aziende competenti con tecnici allenati e affidabili, l’improvvisazione può costar caro!

Menu