Docce in Muratura: Pro e Contro

docce in muratura

Scopriamo perché le docce in muratura stanno prendendo sempre più piede nelle case degli italiani.

La stanza da bagno di una casa rappresenta l’angolo relax per eccellenza. Lo spazio che si crea è totalmente diverso da quello di qualsiasi altra camera. Se ci soffermiamo a riflettere un po’, per certi versi scopriamo che il bagno rappresenta il luogo in cui ritrovare il nostro equilibrio.

Molti trend di home-design si sono focalizzati sul ruolo che ha la natura nel raggiungimento di uno stato psicofisico ottimale, ne è un esempio la Biofilia, destinata ad essere ben più di una semplice tendenza.

La ricerca dell’armonia e del luogo ove ricaricare le batterie, si è materializzata attraverso stili di progettazione non lineari. Chi ha stabilito che le pareti devono essere rigide e simmetriche? Perché non sfruttare gli angoli irregolari del bagno unitamente all’effetto pietra naturale.

Vantaggi e Svantaggi delle Docce in Muratura

Prima di vagliare i vantaggi e gli svantaggi che offrono le docce in muratura occorre considerare la ragione per cui si desidera costruirla nel proprio bagno. A volte può trattarsi di una questione di necessità, altre invece di una scelta d’amore.

Costruire una doccia in muratura per sfruttare lo spazio

Le case moderne sono in generale più piccole di quelle di qualche decennio fa. L’esigenza di sfruttare lo spazio al meglio alla fine ha prevalso. In fase di costruzione, come si dice “sulla carta”, si possono personalizzare gli ambienti e magari scegliere di regalarsi uno spazio più ampio. Chi compie questa scelta ha di sicuro qualcosa in mente.

La doccia in muratura permette innanzitutto di costruire uno spazio a sé stante nel bagno. Questa divisione è netta e visibile. Sono pareti di un corridoio lungo, sono colori e sensazioni provenienti dalla pietra naturale ecc….

Il vantaggio che se ne trae giustifica questa scelta sia in termini di maggiore privacy, si per l’effetto che si crea attraverso la luce, i colori e i metri a disposizione.

Lo spazio che si crea genera opportunità nuove e definitive. La parete che confina con la doccia in muratura diventa la spalla per ricavare utilità come l’appoggio di un lavabo, mobilio o una disposizione più razionale delle tubature.

In alcuni casi uno spazio dimenticato della casa può essere sfruttato per diventare una doccia in muratura. Non è un bagno completo ma una destinazione differente e più utile di uno spazio che era “inutile”. Questi angoli dimenticati diventano facilmente splendide docce in muratura.

Una doccia in muratura per amplificare bellezza e relax

Le contaminazioni stilistiche a volte sono alla base delle scelte di design. Chi viaggia spesso è più sensibile verso stili non propriamente definiti. Le Spa, piuttosto che gli agriturismi, nel tentativo di magnificare la percezione del relax, creano veri e propri angoli di benessere da sogno.

Domina la roccia e lo scorrere dell’acqua, come anche la manipolazione della luce. Le docce in muratura costruite secondo schemi irripetibili sono frutto più dell’arte che dell’architettura e rimangono perlopiù impressi nella nostra mente. Quanti se ne vedono di bagni di questo livello nelle case di ogni giorno? Davvero pochi, ci si deve per così dire accontentare di ricreare effetti meno appariscenti ma ugualmente di carattere.

I pro delle docce in muratura

Lo abbiamo già accennato, la divisione degli spazi è più marcata e la sensazione di privacy è maggiore. I tre ambienti del bagno solitamente convivono:

  • Zona doccia: spesso occupa un angolo della stanza
  • Lavabo: che rappresenta il focus del bagno per merito soprattutto della specchiera
  • Spazio wc: ordinato e solitamente in fondo alla stanza da bagno.

Questi tre ambienti convivono per il semplice assunto che nel bagno si entri solo uno per volta. La divisione degli ambienti avviene mediante paretine, queste possono essere realizzate secondo diversi materiali che vedremo fra poco.

Un altro vantaggio è dato dalla presenza di diversi punti di ancoraggio per fissare cassettiere o piccoli ripostigli. A secondo del materiale utilizzato le possibilità si espandono. Dal cartongesso idrorepellente si arriva al gasbeton o al mattone traforato.

Lo stile che incontra è il più svariato, si passa dal moderno fino al rustico.

I contro delle docce in muratura

La logica vuole che per realizzare una doccia in muratura si debba avere a disposizione uno spazio maggiore. Nella maggior parte dei casi è così, a cui però bisogna aggiungere quelle scelte che in realtà lo recuperano. Angoli difficili, sottoscala o spazio ricavato da sostituzioni di vasche da bagno, sono da considerare opportunità di valorizzazione del bagno intero.

Chi realizza una doccia su misura, come lo è quella in muratura, di spazio ne ha abbastanza. Saranno necessarie opere realizzate in loco e ciò significa attendere un tempo maggiore rispetto al semplice posizionamento di un box doccia.

Un punto sicuramente da affrontare sarà l’illuminazione, il bagno con divisori richiede punti luce dedicati. Ciò significa utilizzare il cartongesso oppure una buona dose di fantasia.

Quanto costano le docce in muratura

È difficile definire un prezzo anche solo al metro quadro. Le possibilità progettuali sono infinite e ciò da una parte ci rincuora mentre dall’altra potrebbe farci superare il budget che avevamo in testa di spendere.

Occorre mettere in conto diversi aspetti:

  • I materiali utilizzati: un cristallo temperato di buona qualità è di circa 18 mm; una parete in muratura o vetrocemento magari, costa di materiali ma soprattutto il tempo di tirarla su; un impianto dedicato di illuminazione comporta il lavoro di un elettricista;
  • Il livello di finiture: chi opta per la doccia in muratura un po’ se lo aspetta che i costi potrebbero essere più alti rispetto ad un box doccia tradizionale. Aggiungiamoci un magnifico piatto a filo pavimento, l’idromassaggio e altre diavolerie che rendono speciale il nostro angolo di benessere.

L’altra faccia della medaglia è che volendo si può risparmiare rispetto ad un box doccia grazie proprio alla presenza di pareti non in cristallo e quindi più economiche.

Si può costruire da sé una doccia in muratura?

Questa domanda viene a parecchi per due motivi:

  • Risparmio economico
  • Facilità apparente di costruzione

Di esempi in rete ce ne sono diversi e potrebbero invogliare coloro che hanno doti manuali a provarci. A cosa dobbiamo prestare maggiore attenzione? A tutto ciò che non si vede.

Per fare un bagno o una parte di esso è necessario il muratore, il piastrellista, l’elettricista e l’idraulico. Resta volutamente fuori il progettista e il designer quando proprio vogliamo una soluzione perfetta. Queste figure occorre sostituirle per arrivare a realizzare un’opera che non sia solo bella ma anche duratura e in linea con tutti i protocolli di sicurezza.

Il fai da te potrebbe non essere l’ideale per il livello di complessità che la doccia in muratura richiede. Magari e in base a competenze specifiche, si può risparmiare il costo di uno dei professionisti citati.

Pensare nel lungo periodo è sicuramente meglio che raggiungere un buon livello estetico momentaneo. Il bello delle docce in muratura è proprio quello di essere belle a prescindere della loro epoca. Oltre a ciò, ci sono trucchetti e materiali essenziali per evitare di inondare d’acqua lo sfortunato vicino di casa.

Questi consigli valgono anche nel caso si incarichi una ditta specializzata, i particolari contano davvero tanto.

Qual è l’alternativa alla doccia in muratura?

C’è una particolare affinità tra doccia in muratura e vasca. Spesso è un dilemma scegliere l’una o l’altra quando ci si trova a ristrutturare il bagno. In entrambe le soluzioni c’è un link verso il passato, ci chiediamo quale bisogna scegliere?

Gli amanti del bagno non sono pochi, l’idea di rilassarsi immersi nell’acqua calda, profumata e con la schiuma rappresenta un’immagine simbolo di benessere. Avendo lo spazio non ci sarebbero dubbi a inserire nell’arredamento una bella vasca magari con idromassaggio e una stupenda doccia in muratura.

La modernità e i suoi tempi stringati, hanno pian piano relegato la vasca ad oggetto del desiderio ma in fin dei conti poco utile. Nel day by day è la doccia quella che viene maggiormente sfruttata, inoltre l’evoluzione del design e i gadget rilassanti che si possono installare, fanno propendere per quest’ultima.

In un solo caso il confronto propende per la vasca ed è per coloro che hanno bisogno di una vasca con entrata con sportello. È una questione di praticità per l’anziano, ad esempio, che ha tempo a disposizione, come anche per il disabile. Si badi bene che non si sta parlando di soluzioni solo utili, ma anche di design.

La doccia in muratura vince nei confronti della vasca da bagno anche per i consumi d’acqua sensibilmente inferiori fino al 70%.

Sconto in fattura del 50% per ristrutturare il bagno

Siamo in un buon periodo per quanto riguarda gli incentivi fiscali. La soluzione che va per la maggiore nelle opere di ristrutturazione edilizia è sicuramente lo sconto in fattura del 50% con la cessione del credito.

Una doccia in muratura che costa la metà è di per sé un grande incentivo per non perdere del tempo prezioso. Senza entrare nei dettagli tecnici, la possibilità di avvalersi di una ditta specializzata che oltre che a far il suo lavoro, lo faccia pagare la metà oggi sembra un sogno.

L’enorme richiesta suscitata dai provvedimenti del governo Conte ha creato un eccesso di domanda a cui in alcuni casi è corrisposta una scarsa affidabilità del contraente.

Il bagno dei sogni, corredato da un’opera in muratura realizzata a regola d’arte, deve essere realizzato da professionisti di lunga data. Doccia Easylife è una realtà che opera in tutta Italia da decenni, le docce in muratura o meno, vengono progettate per ogni singolo cliente partendo dall’idea fino ai più piccoli dettagli. Si tratta di desideri da esaudire.

Menu